AHAE, l’artista che ha scattato più di due milioni e mezzo di fotografie, in mostra a Versailles

Da quattro anni, affacciato ogni giorno alla finestra del suo studio, Ahae coglie con il suo obiettivo il ciclo della vita. Un unico punto di vista e più di due milioni e mezzo di scatti che testimoniano la straordinaria bellezza della natura immortalata nelle diverse stagioni. Duecento fotografie di questo singolare artista sono esposte fino al 9 settembre all’Orangerie della Reggia di Versailles.

“Ahae ci invita a vedere lo straordinario in ciò che ci sembra ordinario”, ha affermato Henri Loyrette, già presidente e direttore del Louvre, che la scorsa estate ha ospitato nel Jardin des Tuileries la prima mostra francese di questo artista così originale.

A distanza di un anno, queste parole hanno ispirato il titolo della nuova esposizione che raccoglie più di duecento fotografie esposte all’Orangerie della Reggia di Versailles: “Fenêtre sur l’extraordinaire”.

 

Ricco imprenditore sudcoreano e convinto paladino dell’ambiente già dagli anni ’70, da quattro anni a questa parte Ahae ha intrapreso una peculiare avventura: fotografare la natura affacciato ogni giorno dell’anno, dall’alba al crepuscolo, alla stessa finestra del suo studio, immortalando un parco brulicante di vita. Sono tra duemila e quattromila le fotografie che scatta ogni giorno grazie all’ausilio di una quarantina di macchine fotografiche e diversi obiettivi.

 

Un lavoro certosino, quasi maniacale, ma anche un vero e proprio inno alla vita.

 

 

Servizio di A.Marguet, J-Y.Blanc, G.Guillot
France 3/Culturebox 26 giugno 2013

Back