VEDERE LO STRAORDINARIO IN CIÒ CHE SEMBRA ORDINARIO

Henri Loyrette / Già Presidente e direttore del Museo del Louvre di Parigi

Ci sono dei momenti, nella vita, in cui il caso sembra accelerare il corso degli eventi e può quindi verificarsi l’inaspettato. Così, in occasione di un pranzo organizzato in Malesia nel settembre scorso da un amico comune, ho conosciuto Guy Oliver, acclamato designer, che mi ha parlato di un artista che aveva intrapreso un’incredibile avventura: fare un milione di foto in un periodo di due anni. Ciò che rende ancora più ragguardevole questa impresa senza precedenti è il fatto che le foto sono state scattate – e continuano a

Keep Reading

L’ISTANTE CHE SI CONFONDE CON L’ETERNITÀ

Catherine Pégard / Presidente dell’Ente Pubblico del Castello, Museo e Parco Nazionale di Versailles

Ricordo il primo incontro con il figlio dell’artista coreano Ahae in occasione del vernissage della mostra ospitata dal Louvre, nel 2012, nel Jardin des Tuileries, su invito di Henri Loyrette. Keith Yoo descriveva, con parole semplici e al contempo piene di stupore, l’opera eccezionale del padre, illustrando la missione che egli si è dato di farla conoscere alla gente, che è spesso troppo di fretta per riuscire a cogliere i moti incessanti della vita attraverso un’unica finestra.

Keep Reading

L’ESSENZA DELLA FOTOGRAFIA NELL’OPERA DI AHAE

Dott. Claudio de Polo Saibanti / Presidente della Fratelli Alinari - Fondazione per la Storia della Fotografia di Firenze e Dott. Monica Maffioli / Direttore Scientifico del Museo Nazionale Alinari della Fotografia di Firenze

Guardare fuori dalla propria finestra, aprire lo sguardo oltre i confini delle proprie pareti verso il mondo che ci circonda, al di là di ciò che sembra la realtà, è il tema che accompagna, fin dalla sua invenzione, l’apparecchio fotografico e le sue applicazioni, ‘medium’ visivo che consente di moltiplicare all’infinito le prospettive della conoscenza.

Keep Reading

COSÌ SEMPLICI, COSÌ BELLE, COSÌ PERFETTE

Prof. Milan Knížák / Ex direttore generale della Galleria Nazionale di Praga

Questa visione del mondo estremamente semplice, ma allo stesso tempo immensamente ricca, catturata attraverso un’unica finestra della residenza del fotografo, inventore e imprenditore coreano Ahae mi ha lasciato completamente esterrefatto.

Possiedo una conoscenza piuttosto approfondita della fotografia contemporanea, che ha praticamente abbandonato qualsiasi osservazione del mondo per concentrarsi,

Keep Reading

LONTANO E VICINO (I TEMI DELL’ESTETICA E DELL’ECOLOGIA NELL’OPERA DI AHAE)

Joseph Backstein / Direttore dell’Istituto di Arte Contemporanea di Mosca (ICA Mosca) / Commissario della Biennale di Arte Contemporanea di Mosca

Le opere di Ahae si presentano come una visione unica dei fondamenti naturali dell’esistenza umana.

Le sue fotografie sembrerebbero rappresentare l’evidenza: un bosco, dei campi, dei prati. Ma in effetti davanti ai nostri occhi si dipana una sorta di metafora dell’ambiente ecologico ideale dell’uomo.

Keep Reading

AHAE, FOTOGRAFO DELLE ORIGINI

Anne-Marie Garcia / Conservatrice della fotografia presso la Scuola nazionale superiore di belle arti di Parigi

1816. Saint-Loup-de-Varennes, proprietà di Le Gras, Francia. Nicéphore Niépce, appostato da otto giorni alla finestra, ottiene la prima immagine eliografica disegnata dalla luce. Racconta così la sua impresa: “Ho posizionato la macchina fotografica nella stanza dove lavoravo. Davanti alla voliera, con la finestra spalancata, ho condotto l’esperimento secondo il procedimento che conosci, mio caro amico, e sulla carta bianca ho visto tutta la parte di voliera che poteva essere scorta dalla finestra, oltre a una lieve immagine del

Keep Reading